A volte, a fronte di domande che pongo a me stessa o che mi pongono dico “non so”.
Fino a qualche anno fa mi infastidiva non sapere, vivevo questa condizione come una fragilità, poca capacità, insicurezza.
Oggi invece il mio “non so” è lo spazio che io lascio per il sì e per il no, o per una risposta che contempla entrambi, con una parte di sì e una parte di no.

Leggi tutto